Jump to content

All Activity

This stream auto-updates     

  1. Yesterday
  2. Io ero li.

    È lunedì mattina, mi sono beccato l' influenza, e quindi oggi non ci penso proprio ad uscire. Almeno per oggi, il mondo si freghi pure senza di me. Sto guardando sulla rai storia, un documentario di fine anni '60. Attrazione fatale, dopo aver visto l' elenco dei programmi. Vedo le immagini di uno dei tanti documentari, come si facevano allora. Immagini e brevi sequenze, in rapida successione. Secondo me, è roba che può mandarlo in crisi, uno predisposto all' epilessia. Vedo la Torino della fiat, i mucchi di utilitarie che escono dalla catena. Si passa poi alla olivetti, con la sua gestione visionaria, gli spazi luminosi nelle fabbriche e negli uffici, le biblioteche, le mense, le strutture di assistenza medica per i dipendenti. Come dire, " quando eravamo ottimisti e fiduciosi ". Ora è il turno della piaggio. Ancora una volta vedo scorrere quel carosello, una schiera di vespe che avanzano lungo un largo viale. È a Sabaudia, quel viale. Si interrompe quando arriva al mare. Quel giorno, era il '68 oppure il '69, io ero li. A guardare le motorette andare avanti e indietro lungo quei cento metri di viale. Fino ad ottenere l' effetto voluto.
  3. Last week
  4. Maigret alternativo

    Potrebbe calzare, si. Ti dicevo già, questo Maigret è emotivamente partecipe, e coinvolto dai fatti tragici che gli si presentano. Ricordiamolo, lui lavora per la polizia criminale nella Parigi del 1950. Spesso e volentieri si ritrova ad occuparsi di morti premature, e violente. Alcuni personaggi di Bogart sono ugualmente coinvolti, anche se il contesto può essere diverso. Bogart, lui e più Marlow investigatore e testimone del degrado della metropoli americana. A dire il vero in maniera più....... romanzata che non nei racconti di Simenon. Stesso abbigliamento, anche. L' epoca è la medesima, più o meno. Adesso, vado a vedere il secondo episodio. E cerco di recuperare gli altri due. P.S. Ah, ho visto il commissario Graimet a fumetti. E non ho molti dubbi sulle sue origini. A parte il nome evidentemente anagrammato.
  5. INCOLLARE LE FIGURINE

    Ho solamente un vecchio barattolino di plastica gialla. Con il vano circolare al centro, per la palettina. La Palestina è ancora li, la colla è finita da una quarantina d' anni. Al massimo.
  6. Maigret alternativo

    Grazie per l'indirizzo del sito. In effetti, avendolo fatto notare, è vero: qualche somiglianza con il commissario Guerchard fisicamente parlando c'è. Quest'ultimo però piuttosto sfortunato, essendo diventato lo zimbello di Arsenio Lupin. A dire il vero, lo volevo già scrivere nel mio precedente intervento, l'immagine iniziale di Atkinson/Maigret del trailer sopra riportato, almeno nello sguardo e nell'impostazione del viso, sotto al cappello, ricorda un po' anche Humphrey Bogart.
  7. INCOLLARE LE FIGURINE

    E' possibile. Occorrerebbe acquistare una confezione per vedere. Anche così però non potremmo più fare il confronto con un barattolino "d'epoca", salvo che qualcuno di noi ne conservi ancora, anche vuoto, uno in casa.
  8. INCOLLARE LE FIGURINE

    Potrebbe essere come per il das. Un nuovo fabbricante, che acquisisce i diritti - o quel che ne rimane - di un prodotto un tempo diffuso.
  9. Completate Questa Pubblicità

    A proposito di confezioni, ho guardato meglio la pflippiana pagina qui sopra. E vedo che te ne vendevano anche una scatola da 50. Mal di testa persistente......
  10. Il Das

    Già, si fondeva come la cera. Non ho mai provato a comporre delle figure in questo modo. Ma, l' idea non sembra sbagliata.
  11. Maigret alternativo

    Si, è un canale in chiaro della casa editrice Feltrinelli. A dire la verità, l' avevo intravisto da qualche parte tempo fa, ma poi non l' ho più trovato neppure io. Però, il Maigret inglese me lo sono recuperato in rete. Forse, l' intera TV di Feltrinelli la si può vedere in streaming sul web, non saprei. Le pagine del loro sito che parlano del nuovo Maigret sono queste. www.laeffe.tv/programmi/maigret# Eh si, esistono casi in cui un interprete aderisce come una decalcomania al suo personaggio. Come Descrieres/Arsenio Lupin. Tra l' altro, quasi-quasi il Commissario Guerchard vittima designata di Lupin me lo ricorda un poco il Maigret di Gino Cervi. Solo nell' aspetto, però. Atkinson è stato abile a scollarsi da Mr. Bean. Quasi una missione impossibile. Inoltre, è anche passato da britannico standard, a parigino molto credibile.
  12. Maigret alternativo

    Grazie per la dritta ma purtroppo non so se riesco a vedere questo canale televisivo. Se si tratta di un canale satellitare, non ho la parabola. Sul canale 50 c'è solo Sky TG4 mentre sul 139 (leggo su Wikipedia) vedo un programma che c'entra nulla con la EFFE. Lo ammetto, sono piuttosto ignorante in fatto di canali televisivi del giorno d'oggi, siccome in genere guardo assai poco la televisione ormai. Dunque, a parte qualcuno, di altri ne ignoro addirittura l'esistenza.
  13. Completate Questa Pubblicità

    Non so spiegarmi il perché ma allora, questo medicinale mi affascinava. Strano a dirlo. Forse il nome, che mi suggeriva... chissà poi che cosa. Non ricordo di averlo mai assunto, tuttavia come ho detto mi attraeva la pubblicità. Un po' come succedeva per la famose pastiglie Formitrol, quelle per la gola se non sbaglio. Di queste ultime invece ne consumai occasionalmente alcune. In quest'ultimo caso sono convinto che si trattasse del loro gusto un po' particolare, oltre che la loro confezione fatta di un tubetto di alluminio con tappo in plastica svitabile. Chiudo questa mia breve parentesi non troppo in tema con l'argomento degli indovinelli di questa sezione del forum.
  14. BLONDIE

    Io ricordo il gruppo per via di un mio amico, di un paio di anni più vecchio di me, che andavo spesso a trovare assieme a mio fratello. Era un appassionato sportivo, di calcio e tennis. Oltre a ciò, seguiva un po' anche la musica leggera di quegli anni, credo soprattutto dalla radio. Si trattava della seconda metà degli anni 70, avevo pure io all'incirca l'età di claudy, un'epoca in cui a me ancora la musica in generale diceva ben poco (ora invece direi al mio "me stesso" di allora: incredibile che "tu" sia così!) Beh, questo nostro amico nominava spesso i Blondie... credo anche grazie alla bionda del gruppo. Si sa, ad una certa età soprattutto le bellezze colpiscono in modo particolare... La canzone più famosa, Heart of Glass.
  15. INCOLLARE LE FIGURINE

  16. Maigret alternativo

    Se fai a tempo a leggermi. Questa sera su " la effe ", ripassano il secondo film. Se ho capito bene, ce ne sono in giro quattro. Se ti/vi viene voglia, puoi/potete dare un' occhiata di persona.
  17. Completate Questa Pubblicità

    Credo di si. Non dovrebbe esistere più da un bel pezzo. E non ricordo proprio, quale potesse essere la casa che lo produceva. Adesso, " le pastiglie per il mal di testa ", hanno altri nomi. Più quelle senza marchio. Ma probabilmente, con lo stesso principio attivo. Penso.
  18. ADDIO GIOVANNA

    Per associazione di idee... visiva! Magari i Bravi, come pirati, li vederei abbastanza bene nel ruolo.
  19. Completate Questa Pubblicità

    Tolto dalla circolazione, immagino?
  20. Il Das

    Ovviamente ricordo pure io sia il Das (e il Vernidas) come il Pongo. Concordo sulla sgradevolezza del fatto che il DAS tendeva a seccarsi sulla pelle, rendendo difficoltosa la sua rimozione. Come dice 1960, ho ancora ben presente ora le forme descritte della barrette di Pongo e dei suoi colori. In effetti, il Pongo era un materiale più piacevole da maneggiare. Ricordo che una volta (non a scuola ovviamente!) provai l'infiammabilità di una barretta di Pongo o meglio, la sua liquefacibilità, ponendolo sulla fiamma di una candela. Alla fine, mio fratello visto il mio esperimento, si diede alla "pittura astratta" facendo gocciolare del Pongo liquefatto, di vari colori, su un pezzo di compensato. Il risultato dal punto di vista artistico, come prevedibile, non fu dei migliori anche se l'idea di questo nuovo metodo di pittura, con materiale decisamente inedito, non era del tutto cattiva. Ricordava un po' le famose bottiglie di vetro di altri tempi che venivano ricoperte da cere multicolori fatte, anche lì, gocciolare tramite il calore di una fiamma accesa.
  21. DI GRAN CARRIERA ARRIVANO LE FESTE

    Per me ci vorrà ancora qualche anno... se ci arriverò. Per intanto, auguroni al neo-sessantenne. Per le cose che contano.
  22. DOMENICA POLPETTE

    Riciclare i cibi avanzati (ma non deteriorati) era in effetti uso comune delle massaie - e delle mamme - della nostra epoca. Prima ancora, una necessità, in tempi di povertà effettiva. Ancora adesso rimane sempre un comportamento valido e virtuoso che, quando possibile, sarebbe bene mettere in pratica. Secondo me anche un segno di civiltà, contro la stupidità della società dei consumi e del troppo benessere. Quando si parla poi di animali, visto che sono state messe in discussione le polpette, è anche un segno di rispetto per gli stessi. Perché uccidere animali per poi sprecarne le carni, come accade purtroppo quotidianamente ad esempio nei supermercati, dove il "surplus" viene spesso semplicemente distrutto? A casa nostra, che si tratti di polpette o di altri alimenti, gli avanzi quando opportuno li riutilizziamo sempre, o mangiandoli direttamente in altro momento così come sono, oppure trasformandoli come nel caso delle classiche polpette. Un esempio da sempre seguito da mia mamma: gli avanzi di un arrosto, del prosciutto e degli spinaci vengono impiegati per la preparazione degli agnolotti.
  23. Maigret alternativo

    Ricordo anche io il grande Gino Cervi in qualche puntata di Maigret. Devo certamente averlo visto anni dopo la sua prima messa in onda, per motivi di età. Gino Cervi, un po' come per altri attori che hanno prestato, negli anni, la faccia e l'interpretazione ai vari personaggi del grande e del piccolo schermo, rimane per me quello che dà "l'impronta di fabbrica" al Maigret televisivo. Un po' come successe per Georges Descrières per l'Arsenio Lupin: non riuscirei ora ad immaginarmi un altro Arsenio Lupin televisivo diverso dalla sua faccia. Altro discorso è leggere le avventure sulla carta di qualsivoglia personaggio di fantasia. Ho pure sentito della nuova accoppiata Maigret/Atkinson: sembrerebbe un paradosso, visto che - e qui tornano i cliché - siamo abituati alla sua faccia prestata a mr. Bean. Non l'ho visto in azione ma potrebbe essere valido. Curiosità - e non per fare pubblicità ovviamente ma perché ho letto la storia recentemente: in uno degli albi a fumetti di Julia, la famosa criminologa uscita dai pennelli di casa Bonelli, viene reso in qualche modo omaggio al ben noto personaggio del commissario in questione, anagrammandone però il cognome: da Maigret passa a Graimet. L'impostazione è riconoscibile, compresa la sua famosa e inseparabile pipa: http://shop.sergiobonelli.it/julia/2017/03/31/albo/il-commissario-graimet-1000828/
  24. Maigret alternativo

    Ho potuto vedere la prima puntata/ film TV. È uno dei testi di Simenon, intendo dire che è stato seguito fedelmente, nella stesura del soggetto. L' ambientazione nella Parigi del 1950 è buona, molti più esterni, che non nella serie classica italiana. Come è credibile Rowan Atkinson - Maigret, nessuna traccia di Mister Bean, e ci mancherebbe. Questo Maigret sembra subito più empatico, coinvolto in quello che vede succedere durante le sue inchieste. Cervi pare distaccato, burbero, anche se poi, quando meno te lo aspetti, lui dimostra tutta la sua umana comprensione. Anche la " Signora Maigret " made in BBC è differente. Più protagonista e meno " spalla " di quella della Rai di queste parti.
  25. Maigret alternativo

    Oggi vi parlo del Commissario Maigret. Lui ci sta bene, su AnimaMia. Il ricordo della serie anni '60 con Gino Cervi viene fuori da solo, in automatico. Lui è Maigret, per me ( ma anche un po' Peppone sindaco comunista di Brescello/fotocopia del sindaco della russia , " il compagno stalin " ). Con le atmosfere che anche quella tv in bianco e nero mi ha lasciate indelebili. Negli anni, ne ho visti altri di Maigret televisivi. Dignitosa la serie con Bruno Cremer, a colori già, degli ultimi anni del secolo dal quale siamo venuti Noi. Forse, un' altra serie italiana, breve e più recente, della quale non ricordo quasi nulla. Ebbene, ho appena scocoperto che ci si sono messi anche gli inglesi della BBC. Un paio d' anni fa, hanno prodotto il loro Maigret britannico. Un paio di puntate sono passate da poco in italia, sono quasi dei film tv più che una serie, a me pare. Per ora ce li ho registrati. Poi li vedo e vi dico. Ah, il Maigret inglese, è ............Rowan Atkinson. Si, proprio Mister Bean. La cosa mi sbilancia un poco.
  26. Earlier
  27. DOMENICA POLPETTE

    Sono un consumatore professionista di polpette. Forse, proprio per la varietà dei possibili risultati in funzione di quello che ci metti dentro. Come dire, con le polpette risolvi sempre.
  28. DI GRAN CARRIERA ARRIVANO LE FESTE

    E adesso e'arrivato il Carnevale,San Valentino si avvicina e ,purtroppo,sono entrato pure ,personalmente,nel Club dei 60
  1. Load more activity
×