Jump to content


Photo

Su Rai Storia


  • Please log in to reply
1 reply to this topic

#1 1960

1960

    V.I.P. Member

  • Members
  • 5,444 posts
  • Gender:Male
  • Location:L'isola che non c'

Posted 14 April 2017 - 07:23 PM

In queste ultimissime settimane, rai storia sta passando un documentario inglese.

Dove vediamo una famiglia britannica che ritorna simbolicamente nel passato più o meno recente.

Ogni giorno, i componenti di quella famiglia vivono come avrebbero potuto farlo negli anni dal 1970 in poi.

Un giorno per ogni anno.

L' arredamento della loro casa, i giornali, i programmi televisivi.

E tutto il resto.

Per i genitori è un modo per rivivere e ricordare qualcosa che hanno vissuto davvvero.

Come noi.

Per i figli, quasi uno shock.

Senza il pc, il telefono mobile, il televisore a colori e tanto altro.

 

In ogni puntata, un decennio.

Dieci giorni di tempo reale per la famiglia coinvolta nell' esperimento.

Sicuramente la caratterizzazione é per molti aspetti specificamente britannica.

Mi sono chiesto, se certa carta da parati chiaro attentato alla salute mentale dell' umano medio, sia circolata anche sui muri delle nostre, di case.

Ma, molti aspetti sono comuni.

Arrivano le prime calcolatrici tascabili, il forno a microonde, le automobili con gli specchietti retrovisori esterni ( !! ), i primi discutibili pc, e " tutto il reso " appunto.

Un pezzo per volta.

 

 

" Electric Dreams ".

La domenica sera, credo.

Ma poi, rai storia ripropone come al solito un programma varie volte, durante la settimana.

Questa sera ri-passa ancora le seconda puntata.

Gli anni ottanta.

Alle 22, 46.

Dopo La Storia del West.

Una delle tante.


Edited by 1960, 14 April 2017 - 07:28 PM.


#2 1960

1960

    V.I.P. Member

  • Members
  • 5,444 posts
  • Gender:Male
  • Location:L'isola che non c'

Posted 06 May 2017 - 07:42 PM

Detto tra noi, non particolarmente appassionante, quella trasmissione.

Non sono andato oltre gli anni ottanta.






1 user(s) are reading this topic

0 members, 1 guests, 0 anonymous users