Jump to content


Photo

Bambine Precoci


  • Please log in to reply
15 replies to this topic

#1 clopat

clopat

    Member

  • Members
  • 1,438 posts
  • Location:Genova-Italy
  • Interests:Musica(beat,rock'n'roll,cantautori italiani anni'70 ed altro),cinema(drammatico,horror,western,politicoed altro),tv(quella di ieri,naturalmente),fumetti(di tutto ,tranne i manga),leggere e scrivere,giocare a carte,dormire(quando posso),appassionarsi per qualsiasi cosa(amore,amicizia,bellezza,natura, insomma tutto il bello della vita)

Posted 02 May 2017 - 03:29 PM

Oggi   bambine  precoci non esistono piu' nel cinema,piuttosto su internet a fare selfie scabrosi.Ma Jodie Foster e Brooke Shields lo furono con film come"Quella strana ragazza che abita lungo il viale","Taxi Driver"e "Pretty baby".Ma in Italia si ando ' oltre con un film,che rivisto oggi,potrebbe essere tacciato di pedofilia,"Maladolescenza",con le due bambine undicenni,Lara Wendel ed Eva Jonesco piu' un ragazzino sedicenne,alle prese con le prime esperienze sessuali.Ma,in modo minore,ci furono anche film come"L'immoralita'"di Massimo Pirri o "Piccole labbra"di Cattarinich,dove un soldato reso impotente dalla guerra,(il solito grande Pierre Clementi),subisce le attenzioni di una dodicenne,la ragazzina e' tale Katya Berger,in realta' 15 anni,pero' assolutamente non dimostrati,salvo poi ritornare sul grande schermo 2 anni dopo ,bellissima e sviluppata nel finale di "Storie di ordinaria follia"di Ferreri.Raramente si sono visti maschietti:sia da piccoli che da grandi ,il nudo maschile fa piu' scalpore,ricorderete Sergio Fantoni nudo nello sceneggiato "Delitto di Stato",se ne parlo' molto,mentre all'epoca di nudi femminili ce n'erano a bizzeffe(persino Majano lo rappresento' in"L'eredita' della priora")



#2 1960

1960

    V.I.P. Member

  • Members
  • 5,444 posts
  • Gender:Male
  • Location:L'isola che non c'

Posted 06 May 2017 - 07:38 PM

"Maladolescenza" fece davvero un gran rumore.

Me lo ricordo bene.

Fu proprio per l' età dei personaggi, non c' è dubbio.

 

Meno polemica ci fu  per " Taxi driver " di poco precedente.

Anche in quel caso l' età della giovane interprete era davvero..... verde.

La vicenda rappresentata era decisamente più torbida e brutale, secondo me.

Ma forse più diluita,  meno esplicita credo.

 

Delle " precoci " nominate qui sopra, solamente Jodie Foster forse, è ancora oggi in circolazione.

 

 

P.S.

Parlando della Foster, mi è tornato in mente il curioso " Casotto ".

Film italiano con Jodie Foster, Gigi Proietti, Ugo Togazzi, Paolo Stoppa e tanti altri Soliti Noti.

Del 1977, un anno dopo Taxi Driver.


Edited by 1960, 06 May 2017 - 07:51 PM.


#3 clopat

clopat

    Member

  • Members
  • 1,438 posts
  • Location:Genova-Italy
  • Interests:Musica(beat,rock'n'roll,cantautori italiani anni'70 ed altro),cinema(drammatico,horror,western,politicoed altro),tv(quella di ieri,naturalmente),fumetti(di tutto ,tranne i manga),leggere e scrivere,giocare a carte,dormire(quando posso),appassionarsi per qualsiasi cosa(amore,amicizia,bellezza,natura, insomma tutto il bello della vita)

Posted 08 May 2017 - 06:52 AM

"Casotto",ogni tanto passa in tv,Jodie Foster,nonostante sia passato solo un anno da "Taxi Driver"e' decisamente "maturata",qui interpreta una ragazza incinta,i cui nonni(lui e' Paolo Stoppa) vogliono far sposare al cugino un po' imbranato,un giovane Michele Placido.Ricorderei anche il cinema francese,che ha sempre lanciato ragazzine in fiore ,la regista Catherine Breillat e' una specialista come il nostro Alberto Lattuada.E poi,ricorderei le ragazzine degli anni'60,come Catherine Spaak,Romina Power e la meteora Laura Vivaldi,protagonista de"Il rossetto"di Damiano Damiani,con un grande Pietro Germi.



#4 1960

1960

    V.I.P. Member

  • Members
  • 5,444 posts
  • Gender:Male
  • Location:L'isola che non c'

Posted 08 May 2017 - 10:05 AM

Mi torna in mente " La voglia matta ".

Con Catherine Spaak che interpreta la quattordicenne che in teoria vorrebbe sedurre Ugo Tognazzi.

In realtà, lo prende solo in giro.

Medesima cosa la fa lui con se stesso, inconsciamente.

Forse, se ne rende conto alla fine, mentre si allontana all' alba, sulla sua decapottabile.

Dimenticando di avere ancora sulla testa un copricapo di piume da indiano.

Spiaggia di Sabaudia verso il 1962, quattro anni prima che ci finissi ad abitare io, per un periodo.

Ho fatto i primi anni di scuola, a Sabaudia.

 

Anche questo è diventato un film da tv privata, magari una di quelle grandi a diffusione nazionale, ma in seconda serata.

Tra parentesi, torniamo ancora una volta a Luciano Salce regista, ma che compare brevemente, abbastanza brevemente, come interprete.

 

" Il rossetto " mi porta a ricordare un altro ciclo della tv rai anni '70.

Quello dedicato a Pietro Germi, ovviamente.


Edited by 1960, 08 May 2017 - 10:16 AM.


#5 clopat

clopat

    Member

  • Members
  • 1,438 posts
  • Location:Genova-Italy
  • Interests:Musica(beat,rock'n'roll,cantautori italiani anni'70 ed altro),cinema(drammatico,horror,western,politicoed altro),tv(quella di ieri,naturalmente),fumetti(di tutto ,tranne i manga),leggere e scrivere,giocare a carte,dormire(quando posso),appassionarsi per qualsiasi cosa(amore,amicizia,bellezza,natura, insomma tutto il bello della vita)

Posted 08 May 2017 - 11:50 AM

Germi ne"Il rossetto"e' solo attore,pero' riprende la figura del commissario Ingravallo del suo film del 1959,"Un maledetto imbroglio",cambiandogli solo il cognome che nel film di Damiani,diventa Fioresi



#6 1960

1960

    V.I.P. Member

  • Members
  • 5,444 posts
  • Gender:Male
  • Location:L'isola che non c'

Posted 10 May 2017 - 09:58 PM

Rileggendo me stesso ripensavo alla scena finale di " La voglia matta ".

Ugo Tognazzi che se ne va all' alba ( scornato ? ), sulla sua decapottabile.

E mi tornava in mente l' Aurelia guidata da Gasman ne "Il sorpasso ".

Pure quella auto scoperta.

 

Non riesco ad identificare a memoria l' auto guidata da Tognazzi.

Dovrei andare a rivedere il film.

Mi ero chiesto oziosamente, se ci fosse per caso una velata citazione del film di Dino Risi.

Così ho fatto qualche ricerca.

Ed ho scoperto che  " La voglia matta " ed " Il sorpasso " sono entrambi del 1962.

In realtà era uscito prima il film diretto da Luciani Salce.

Che dunque non può aver fatto riferimento alcuno, alla decapottabile Aurelia del film di Risi.

 

Quella che possiamo vedere ed identificare senza problemi in entrambi questi due film, è Catherine Spaak.

Lavorò molto in quel 1962, la Spaak.

La troviamo anche in " Diciottenni al sole " di Camillo Mastrocinque.

Uscito appunto nello stesso anno.


Edited by 1960, 11 May 2017 - 04:19 PM.


#7 Pflip

Pflip

    V.I.P. Member

  • Members
  • 6,930 posts

Posted 11 May 2017 - 09:29 AM

Curioso,sempre on la Spaak,il film "Le suorine" dello stesso periodo (il titolo credo sia quello,la qualità circa zero).Le suore mi pare non volessero che un'autostrada passasse da un posto (Quercianello?).Comunque potrei sbagliarmi di brutto.Su google non ho trovato traccia


Edited by Pflip, 11 May 2017 - 09:33 AM.


#8 1960

1960

    V.I.P. Member

  • Members
  • 5,444 posts
  • Gender:Male
  • Location:L'isola che non c'

Posted 11 May 2017 - 04:19 PM

In effetti questo film che tu ci segnali in particolare, non me lo ricordo neppure io.

La trama in generale invece è un classico, situazione sfruttata per vari film degli anni '60.

Potrei vedere nella filmografia ufficiale di Catherine Spaak.

 

E termino chiedendomi, ma, in quegli anni, questa qui qualche volta dormiva, la notte ??

Già tre film in uno stesso anno paiono un discreto impegno.

Se poi ne saltano fuori pure altri........

 

 

Comunque ......... ( " Sono nella mani di un pazzo ! " )


Edited by 1960, 11 May 2017 - 04:22 PM.


#9 clopat

clopat

    Member

  • Members
  • 1,438 posts
  • Location:Genova-Italy
  • Interests:Musica(beat,rock'n'roll,cantautori italiani anni'70 ed altro),cinema(drammatico,horror,western,politicoed altro),tv(quella di ieri,naturalmente),fumetti(di tutto ,tranne i manga),leggere e scrivere,giocare a carte,dormire(quando posso),appassionarsi per qualsiasi cosa(amore,amicizia,bellezza,natura, insomma tutto il bello della vita)

Posted 12 May 2017 - 11:48 AM

Catherine Spaak fu lanciata a soli 15 anni,come tante altre adolescenti,da Alberto Lattuada ne"I dolci inganni",dove c'era la solita storia d'amore fra una ragazzina e un uomo maturo.Quest'etichetta di lolita le rimase appiccicata per un po' di tempo,ricordo un altro film scandaloso per l'epoca fu "La noia",tratto dal romanzo di Moravia,dove c'e' una scena memorabile,lei nuda ,ricoperta da banconote.Mi sembra che il film delle suore ,fosse "Le monachine",ancora una volta  per la regia di Salce



#10 Pflip

Pflip

    V.I.P. Member

  • Members
  • 6,930 posts

Posted 13 May 2017 - 04:24 PM

Clopat ha ragione : "Le monachine" 1963.Ci sono andato vicino



#11 1960

1960

    V.I.P. Member

  • Members
  • 5,444 posts
  • Gender:Male
  • Location:L'isola che non c'

Posted 13 May 2017 - 04:39 PM

Un paio di giorni fa avevo disquisito un po' su ipotetiche citazioni fra film italiani anni '60.

E magicamente, ieri, vado ad inciampare in questo film del 1964, passato dalla solita privata.

" Se permettete parliamo di donne ".

E' un film ad episodi, anche questo è un modo di fare film abbastanza caratteristico di quel periodo.

Generalmente con attori noti, quasi per dare loro l' occasione di dimostrare il proprio valore.

Varie storie che più o meno seguono alle volte un tema, un filo conduttore comune.

Tipo, che so, " I mostri ".

 

In questo film, vediamo sopratutto Gasman.

Che si alterna e caratterizza vari personaggi

Mi sembra invece che l' interprete femminile, tenda a cambiare ad ogni episodio.

In uno dei cortometraggi, Vittorio Gasman è alle prese con Silva Koscina.

Che lui tenta disperatamente  ( o quasi ) di rimorchiare.

I due vanno in giro anche loro sulla immancabile auto scoperta, evidentemente abbastanza rappresentativa di quegli anni.

 

Be' provate ad andare a sentire il clacson al minuto 5.18.

Se non è questa la ( auto ) citazione che io cercavo altrove ......

 


Edited by 1960, 13 May 2017 - 07:01 PM.


#12 1960

1960

    V.I.P. Member

  • Members
  • 5,444 posts
  • Gender:Male
  • Location:L'isola che non c'

Posted 13 May 2017 - 04:43 PM

Clopat ha ragione : "Le monachine" 1963.Ci sono andato vicino

 

Eh-Eh........sempre in convento siamo.



#13 Pflip

Pflip

    V.I.P. Member

  • Members
  • 6,930 posts

Posted 14 May 2017 - 03:54 PM

Mi era piaciuto molto.In alcuni episodi Gassman è irresistibile


Edited by Pflip, 14 May 2017 - 03:59 PM.


#14 1960

1960

    V.I.P. Member

  • Members
  • 5,444 posts
  • Gender:Male
  • Location:L'isola che non c'

Posted 14 May 2017 - 09:20 PM

Era la caratteristica dei film ad episodi, secondo me.

Se proprio andava male, qulacosa di buono lo trovavi sempre.

In un corto o nell' altro.

 

Non mi sembra che questa particolare struttura sia utilizzata molto, nei film più recenti.

Forse qualcosa di simile, ancora nel 1991 con " Taxsisti di notte ".

Ma era diverso, mi pare di ricordare che i singoli episodi non fossero proprio autoconclusivi.

Si saltava a canguro dall' uno all' altro.

In vari momenti.

Credo.

 

Il taxsista italiano era Roberto Benigni.

In giro per roma.

Non sono mai stato molto sicuro che Benigni mi sia particolarmente simpatico.

Ci devo pensare ancora per venti o trent' anni.

Poi vi faccio sapere.

 

In quest' altro episodio di " Se permettete parliamo di donne ", mi sembra di rivedere Gasman/Peppe il Pantera durante l' ora d' aria, dopo che è finito in galere ne " I soliti ignoti ".

Per cercare ancora e ad ogni costo altre citazioni.

 


Edited by 1960, 14 May 2017 - 09:27 PM.


#15 Pflip

Pflip

    V.I.P. Member

  • Members
  • 6,930 posts

Posted 16 May 2017 - 09:32 AM

Memorabile quando,tornato in carcere,fa la ninnnanna al compagno di cella






0 user(s) are reading this topic

0 members, 0 guests, 0 anonymous users