Jump to content
Sign in to follow this  
Pelatina

Il Giocattolo Che Avete Sognato Di Più

Recommended Posts

greenalien    0

il dolce forno harber, la maglieria di barbie e la macchina per fare il gelato.

 

su quest'ultima aggiungo che mia madre mi ha regalò una macchina per fare il gelato...della fisher price! con i coni di plastica che uscivano da sotto!!!! non era questa la macchina per fare il gelato che volevo io!!!!!! :(

Share this post


Link to post
Share on other sites
Uomo-Gatto    0

Io ero un appassionato delle piste per le automobili. Mi avevano detto che c'erano le piste che riproducevano i tracciati di Formula 1. Io volevo a tutti i costi quello che riproduceva il vecchio Nürburgring.

Share this post


Link to post
Share on other sites
moina    0

Il dolce forno!!!!!!!! Mi piaceva moltissimo giocare ai pentolini e pasticciare con acqua, erba, terra ecc... per cui il dolce forno era il mio massimo desiderio... mai realizzato.

 

Avrei poi desiderato la casa della barbie, un sogno!!!!!!!!!

cristina :lol::lol::lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Avrei poi desiderato la casa della barbie, un sogno!!!!!!!!!

mia figlia la sta guatando da un po'... quest'autunno dovrò portare in cantina fornelli, cavallo a dondolo e aspirapolvere a pile per farle posto. Che generazione viziata :lol:

 

E che mostro sarei poi se dicessi di no a una bambina di cinque anni tanto buonina che mi chiede la casa della Barbie? Un Erode senza dubbio... specialmente poi se la mamma l'ha tanto desiderata da piccola e non l'ha mai avuta... :lol:

 

Ciao Cri

Share this post


Link to post
Share on other sites
Leggendo il messaggio di Cristina e la tua risposta mi vien da pensare che sia tua moglie :ph34r:

Bè, non è così, vero Cri?

 

mi sono divertito a paragonarle visto che condividono lo stesso desiderio mancato :huh:

Share this post


Link to post
Share on other sites
moina    0
Avrei poi desiderato la casa della barbie, un sogno!!!!!!!!!

mia figlia la sta guatando da un po'... quest'autunno dovrò portare in cantina fornelli, cavallo a dondolo e aspirapolvere a pile per farle posto. Che generazione viziata :huh:

 

E che mostro sarei poi se dicessi di no a una bambina di cinque anni tanto buonina che mi chiede la casa della Barbie? Un Erode senza dubbio... specialmente poi se la mamma l'ha tanto desiderata da piccola e non l'ha mai avuta... :angry:

 

Ciao Cri

Concordo che la generazione di adesso sia viziata, anzi viziatissima, che riesca ad ottenere "materialmente" tutto quello che vuole.

Io non ho figli ma ho l'esempio delle figlie di mia cugina che hanno tutto e il contrario di tutto, stanze piene di giochi, che puntualmente dimenticano dopo cinque minuti.

Forse loro sono un caso limite, 20, 30 barbie.. ma che te ne fai! Non cambierei la mia infanzia con la loro e a posteriori non invidio affatto le montagne di giochi che hanno. Io avevo qualche bambola, una o due barbie, pentolini, la bicicletta, qualche puzzle e giochi in scatola, la palla. Avrei desiderato si il Dolce Forno e la Casa di Barbie ma mi sono divertita un sacco comunque e non "provo certo rancore" nei confronti dei miei genitori per non aver soddisfatto "questo mio sogno". Li ringrazio anzi per la splendida infanzia che mi hanno fatto vivere. :ph34r: :angry:

 

Ma oggi devo riconoscere che tutto purtroppo è cambiato, nn esiste più un limie, un termine ultimo, non si è più capaci di dire no. E si arriverà al punto che le generazioni future non avranno mai un giocattolo che avranno sognato di più.. che avrà alimentato il loro immaginario per anni.... è questa la cosa triste.

 

La colpa non è ovviamente del singolo ma della pressione che esercita la società

cri

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nicola67    0
La colpa non è ovviamente del singolo ma della pressione che esercita la società

Sono perfettamente d'accordo con te.

Una sola cosa:

anche i nostri genitori, a volte, criticavano la nostra generazione come quella che ha avuto tutto... mai sentite frasi che iniziavano con "Ai miei tempi..."

Siccome riconosco pure che la nuova generazione è ancora più viziata, mi domando (retoricamente) e vi domando:

DOVE ANDREMO A FINIRE??? :huh:

Come saranno i figli dei nostri figli?

Share this post


Link to post
Share on other sites
moina    0
La colpa non è ovviamente del singolo ma della pressione che esercita la società

Sono perfettamente d'accordo con te.

Una sola cosa:

anche i nostri genitori, a volte, criticavano la nostra generazione come quella che ha avuto tutto... mai sentite frasi che iniziavano con "Ai miei tempi..."

Siccome riconosco pure che la nuova generazione è ancora più viziata, mi domando (retoricamente) e vi domando:

DOVE ANDREMO A FINIRE??? :huh:

Come saranno i figli dei nostri figli?

Si è vero, mia mamma per la befana riceveva arance e mandarini e non era una delle più sfortunate!

cri :ph34r:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma oggi devo riconoscere che tutto purtroppo è cambiato, nn esiste più un limie, un termine ultimo, non si è più capaci di dire no. E si arriverà al punto che le generazioni future non avranno mai un giocattolo che avranno sognato di più.. che avrà alimentato il loro immaginario per anni.... è questa la cosa triste.

 

La colpa non è ovviamente del singolo ma della pressione che esercita la società

cri

Beh, la crescita sottozero contribuisce non poco a queste cose. Tra fratelli e cognati conto 3 coppie sposate che non fanno figli e temo di morire senza poter mai diventare ZIO.

E dove si riversano le attenzioni di tutti? sulla mia bambina. Dovrò provvedere a incrementare la squadra perlomeno per ripartire le pressioni regalizie pro capite! :ph34r:

 

Qualche anno fa pensavo che inondati da tanto benessere e circondati da tanta idiozia e da una scuola che cerca di tenere il passo con tale idiozia avremmo messo al mondo dei piccoli idiotini ma mi sono dovuto ricredere. Tu puoi spendere centinaia di euro per motorette a batteria, lavatrici giocattolo che lavano veramente,orsacchiotti che ti parlano in Inglese ma se una cosa non li appassiona veramente te la lasciano lì preferendogli dei sassi colorati o disegnando per terra con frammenti di mattone.

 

P.S.

Ho detto delle ovvietà mostruose, sembrano le massime di Catalano. :huh: spero non me ne vogliate.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nicola67    0
Tu puoi spendere centinaia di euro per motorette a batteria, lavatrici giocattolo che lavano veramente,orsacchiotti che ti parlano in Inglese ma se una cosa non li appassiona veramente te la lasciano lì preferendogli dei sassi colorati o disegnando per terra con frammenti di mattone.

Non hai detto ovvietà, carissimo!

Anzi, mi hai rincuorato.

Io non ho figli (il "nostri figli" del mio post precedente era per solidarietà), ma ho amici che ne hanno.

Vedo le montagne di giocattoli, ma non so che uso ne facciano quando sono in privato. Sapere che ancora si possano preferire i giochi semplici ma fa piacere! :huh:

Share this post


Link to post
Share on other sites
caulfield    0

Io di figli ne ho due, viziati dal parentado tutto poichè unici esemplari della razza umana sotto i 5 anni della mia famiglia :huh: . Sono come eravamo noi, tali e quali; vogliono perchè amano le novità, poi crescono giocando e scoprendo con le cose più semplici, come i loro padri e i padri dei loro padri. Vedrò crescendo...ciao :ph34r:

Share this post


Link to post
Share on other sites
ahimsa    0

Esatto Matteo

Sono come eravamo noi....la stessa curiosità di scoprire

Noi non avevamo molto per soddisfare questa curiosità ..loro hanno di più...ma lo spirito è lo stesso... e con la curiosità e la voglia di conoscere crescono come siamo cresciuti noi

 

c'è una filastrocca della Melevisione che mi fa pensare a questo

 

LA FILASTROCCA DEI LIBERI GIOCHI

 

Io gioco con giocattoli

belli, preziosi e strani.

Se non ci sono quelli

gioco con le mie mani.

Gioco con legno e sassi,

gioco con ombra e sole.

Se non ci sono quelli

gioco con le parole.

Gioco con i miei passi,

gioco con ciò che c'è.

Nessuno ha più giocattoli di me.

 

Abbiamo fatto tutti così, e i nostri figli fanno lo stesso.

 

Ciao :huh:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×