Jump to content
Sign in to follow this  
Bruno Cortona

Filastrocche E Tiritere

Recommended Posts

ATTIMO MAGICO DELLE FOLLIE DI ETA BETA: Pluto che presenta pflip ai suoi amici, con un sorrisone a 54 dentoni e la zampa piegata verso il gangarone....MI-TI-CO!!!! io e la mia amica Anita siamo andate avanti anni a presentarci in quel modo o a presentare eventuali amici!!! Quella immagine di Pluto e Pflip rimarrà impressa nella mia mente "à jamais" !!!!! :lol::P:rolleyes:

 

.......ma, i 54 denti poi, tu e la tua amica Anita dove li trovavate?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi pare che " un ciodo de ferrovecio de la mecanica de precision" dia l'idea del decadimento e della caducità delle opere umane e "ohimè la mechimecomica" stia a significare "poveri noi,con le nostre verità scientifiche,che prese troppo sul serio diventano ridicole"

Mechimecomica come il "si tenga il suo latinorum".

Pflip mette la zampa sul fuoco su questa versione.

Non dimentichiamoci che Google e Wikipedia non sono a prova di errore (Ma naturalmente anche i gangaroni sono fallaci e caduchi.

 

Ieri sera il direttore del coro (superamatoriale) in cui da settembre mi diletto a cantare il lunedì sera ci ha dato lo spartito del ciodo del ferovecio (che più che una filastrocca è un canone popolare) e anche qui il testo è paro paro quello che avevo trovato su svariati siti: "un ciodo del fero vecio de la mecanica di precision - oi bela mechimecomica".

A questo punto Pflip penso che ti debba rassegnare: "ohimè la mechimecomica" è un parto della tua fantasia, così come "l'è la mecanica" lo è della mia

Edited by gimmy

Share this post


Link to post
Share on other sites

Filastrocca per il singhiozzo (forse l'ho già detta,argh) : ad ogni strofa un sorso d'acqua,me l'insegnò mia nonna :

 

Singhiozzo

rama di pozzo

rama di fico

tre volte te lo dico

tre volte te l'dirò

vai via si o no ?

 

 

Poi ce n'è un'altra,che penso fosse una "conta" ma ne ricordo solo un frammento,circa a metà :

 

Ottoperotto paperotto

paperotto medicina

salta fuori la regina

 

 

e poi ?

 

(certo che il dutùr 53enne,in attesa dell'utimo paziente dell'ambulatorio,che scrive ottoperotto paperotto...)

Edited by Pflip

Share this post


Link to post
Share on other sites

(certo che il dutùr 53enne,in attesa dell'utimo paziente dell'ambulatorio,che scrive ottoperotto paperotto...)

 

 

attento quando prescrivi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma poi, il singhiozzo passa ?

 

Be', diciamo che se l'ultimo paziente, entrando in ambulatorio vede il monitor, potrebbe avere una improvvisa e miracolosa guarigione, rinunciare al consulto....... ed allontanarsi velocemente con sguardo allucinato.

 

Io in compenso, dopo quello che ho letto potrei convincermi a ricorrere alle tue cure, la prossima volta che sarà necessario! :(

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho letto oggi che l'autrice di quasi tutte le tiritere e ninnenanne tramandate nell'ultimo secolo è la Sig.ra Lina Schwarz.In particolare ne ho letta una che ho ascoltato da mia madre mentre la sussurrava a mio nipotino ormai (purtroppo) 25 anni fa,dopo averla detta a me ancor più tempo prima,e io la usavo per i giochi con la palla lanciata contro il muro :

 

Rinoceronte

che passa sopra al ponte (o sotto?)

che salta,che balla

che gioca alla palla

che sta sull'attenti

che fa i complimenti

......

Share this post


Link to post
Share on other sites

Me ne è venuta in mente una che usavamo da bambini (stando attenti a non farci sentire dai genitori):

 

Sotto il ponte di Baracca

c'é Pierin che fa la cacca

fa la cacca dura dura

e il dottore la misura

la misura trentatré

tocca proprio a te.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Me ne è venuta in mente una che usavamo da bambini (stando attenti a non farci sentire dai genitori):

 

Sotto il ponte di Baracca

c'é Pierin che fa la cacca

fa la cacca dura dura

e il dottore la misura

la misura trentatré

tocca proprio a te.

 

sì sì: io da piccolo la avevo sentita solo di striscio, in compenso la hanno imparata dalle loro amichette le mie figlie (9 anni a testa)

Share this post


Link to post
Share on other sites

A proposito di filastrocche ci sarebbe anche questa, che però aveva diffusione praticamente solo nel Milanese:

 

Ara bell'Ara

Discesa Cornara

dell'or e del fin

del cont Marin

Strapazza bordocch

Dent e foera tri pitocch

Trii pessit e ona mazzoera

Quest l'è dent e quest l'è foera

 

Questa filastrocca, oggi praticamente dimenticata trae la sua origine dal rapimento che il conte Marino (lo stesso del Palazo Marino ora sede del Comune)arricchitosi rubando sulle tasse delle quali era esattore, avrebbe effettuato per poter avere in sposa la bella Ara Cornaro. I "bordocch" (letteralmente: scarafaggi) sarebbero i "bravi" che effettuarono il rapimento. I "pitocch" sarebbero le puttane con le quali il Marino tradì immediatamente la moglie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oggi chissà perchè mi è tornato in mente un pezzetto di una canzoncina che cantavano le bambine : è così piccolo che non sono in grado di dire di che parlasse.Metto "lalala" dove proprio non so niente,ma anche le altre due parti non aiutano certo.Ma magari a qualcuno (penso alle ragazze) si accende un flash.Temo però che sia una canzoncina delle mie parti,non interregionale.

 

 

lalalalalalala

dindina dindella

lalalalalalala

dindina la cavaliè

 

mi sa che sia troppo poco...

Edited by Pflip

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×