Jump to content
Sign in to follow this  
Bruno Cortona

Divertimento Assicurato....

Recommended Posts

Ho appena scoperto ( in maniera un po' nebulosa ) chi è Sheryl Sanchez.

E se ho capito bene, dovrebbe essere invece ben nota ai più ( parecchio di più ) giovani.

Quindi, anche in questo caso, deve essere stata già oggetto di indovinello per molti.

Da questo risulterannono molte informazioni nell' archivio dell' oracolo elettronico.

 

Proprio così, è una delle protagoniste di un demenziale telefilm colombiano di cui sono appassionate le mie undicenni figlie (per dare l'idea il soggetto è: sei sedicenni ospitate in una fattoria per partecipare ad un reality show)

 

Ah, dimenticavo il titolo: "Non può essere" ("no puede ser")

Edited by gimmy

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ah.

Ero riuscito a capire che si tratta dell' evoluzione per ragazzi di una tele novela latino americana.

Ma se il telefilm è seguito dalle tue figlie, ne consegue che lo passano in tv anche in europa ed in italia.

Allora si, se il personaggio è così conosciuto, non stupisce che il genio della lampada virtuale lo abbia nella sua memoria.

Edited by 1960

Share this post


Link to post
Share on other sites

In Italia è trasmesso da una delle TV digitali specializzate in programma per bambini (non ricordo se YoYo K2 o che) e a dire il vero la mia impressione è che sia seguito prevalentemente da ragazzine o addirittura bambine ben più piccole delle mie figlie (come ben si attaglia al giorno d'oggi a storie che hanno per protagoniste adolescenti, vedi le Winx che le mie figlie hanno iniziato a snobbare addirittura a 6 anni).

La cosa che mi ha colpito è che (in entrambi i casi in cui ho provato a fargli indovinare il personaggio) dopo 6-7 domande a mio parere non troppo illuminanti mi ha chiesto di punto in bianco se il personagigo avesse a che fare con "non può essere" (come se fosse il programma pià conosciuto del mondo) poi si è perso in un'latra decina di domande non proprio sul pezzo e infine ha scodellato la risposta esatta

 

PS per quanto nè so, è ben possibile che "non può essere" sia (perdonami il bisticcio di parole) una evoluzione di una telenovela precedente, non ho elementi nè per confermare nè per smentire

Edited by gimmy

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bisogna ammettere che il titolo di questo telefilm, è già tutto un programma.

Nel web questo è abbastanza citato, ho visto.

Molto seguito dalla fascia d' età a cui è dedicato.

In realtà, vedendo l' origine sud americana, avevo vagamente pensato che fosse un' evoluzione di genere, tipo le vecchie produzioni ( telenovelas ) ora adattete per fascia d' età.

 

Molto spesso il genio elettronico se ne viene fuori con domande strambe, tanto per orientarsi penso.

Ho provato anche a raccontargli che ho 3 anni, quando lo chiede all' inizio.

Ed a metà, lui mi dice che secondo lui i contenuti non sarebbero adatti all' infanzia.

Be', stavo facendo il famoso test con Jack lo squartatore.....

 

Ho provato altre due o tre volte, a fargli indovinare Jack.

Non che provi particolari simpatie per il soggetto, ma se ci pensate va benissimo per testare Akinator.

Obbiettivamente, l' ho già detto, a moltissime domande non si può rispondere se non in forma dubitativa.

Chi diavolo fosse quello/a, non lo sa nessuno.

Ma certe indicazioni, sarebbero comunque rivelatrici.

Ha provato a cavarmi fuori, in alternativa, il tristemente noto mostro di Firenze.

Oppure ha provato anche a chiedermi se non fosse per caso, che non sapessi proprio di chi stavo parlando, se non tentassi al momento di confonderlo intenzionalmente.

No, ovviamente.

Comunque, dopo aver acquisito e digerito le decine di risposte di ogni tentativo, ancora non riesce ad arrivarci.

Al limite, se ne salta fuori con domande che tendono al comico, ogni tanto ( no, non l' ho mai conosciuto personalmente, il personaggio !! ).

Edited by 1960

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche una volta che ha giocato mia figlia ad un certo punto ha detto che aveva capito il personaggio ma non gli sembrava adatto alla sua età, non ho idea chi pensasse di aver capito perchè il personaggio da indovinare (che ora non mi ricordo) era assolutamente "tranquillo"

Comunque ho appurato che "non può essere" è realmente uno spin-off di un telefilm precedente, che era stato trasmesso solo in Venezuela (pardon, non COlombia come avevo detto in un altro post).
Se ti interessa, il titolo deriva del fatto che ognuna delle due protagoniste-antagoniste (Sheryl e Rosemary) quando capita qualcosa di vantagigoso per l'avversaria manifesta il suo disappunto scandendo "non-può-essere!!!"

Edited by gimmy

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tanto per approfondire, sono andato a pescarmelo 'sto telefilm.

In effetti, i giovani protagonisti recitano abbastanza come fossero cartoni animati.

Intenzionalmente.

Ma va bene così, fa parte di quello che è un programma divertente per ragazzi/e.

 

Ed avevo intuito ( be', è più che evidente ) che uno dei pezzi forti è proprio l' antagonismo fra due delle giovani ragazze.

Penso che rappresentino l' una il genere " Snob ", mentre l' altra dovrebbe essere quella più " alla mano ".

E la seconda viene chiamata, o meglio apostrofata, " la figlia dei fiori " dalla prima.

Si, penso che sia un programma abbastanza divertente, per la fascia d' età di destinazione.

 

Meno ridicolo, comunque, di quanto involontariamente erano le prime telenovelas, quelle destinate agli adulti e prodotte per il mercato interno brasiliano trent' anni fa.

E che poi hanno avuto succeso in tutto il mondo.

Le ho viste circolare in svezia, in ungheria, ed inaspettatamente in libia una decina d' anni fa.

A dire il vero, in nord africa circola anche la versione egiziana delle telenovelas.

Ancora più divertenti, e sempre involontariamente.

Edited by 1960

Share this post


Link to post
Share on other sites

mah, io delle telenovelas ho seguito solo la prima arrivata in Italia (Dancing Days con Sonia Braga) e devo dire che era un serie lunghissima (interminabile) ma con una storia che aveva un capo ed una coda, oltre che un senso, e personaggi tratteggiati in maniera sufficientemente intelligente (a dirrerenza delle soap operas americane tipo Beautiful o Sentieri, in cui la storia veniva ritagliata sulle esigenze del pubblico e delgi attori e alla fine diveniva grottesca, falsariga su cui si muovono le attuali italiane tipo Un Posto al Sole).

Immagino (più che altro dalle parodie che vedevo fare dal trio Solenghi-Lopez-Marchesini) che poi il genere sia degnerato (e mi si perdone quesot ulteriore bisticcio di parole)

Quanto a Non può essere (utlmi epiosodi visti esattamente 12 ore fa) sì divertene e rilassante, ma demenziale come poche cose

Edited by gimmy

Share this post


Link to post
Share on other sites

Avevo letto qualcosa sulle origini del genere.

 

L' inizio di tutto risale agli anni '70 in Brasile.

Tele Globo se non ricordo male.

L' idea era quella di produrre in proprio telefilm a basso costo, per il mercato nazionale, e che descrivessero situazioni riconoscibili dagli spettatori.

E personaggi con i quali identificarsi.

Una alternativa alle produzioni americane che anche da noi detenevano il monopolio.

Poi, i produttori si sono resi conto che era possibile vendere il loro prodotto anche altrove.

 

Da qui la proliferazione, altri paesi latino americani hanno seguito l' esempio.

Ma non solo.

Visto che la faccenda funzionava, si sono adeguati anche gli statunitensi.

E pure i paesi europei più recentemente, italia compresa.

Ugualmente, con produzioni a basso costo, fatte in serie.

 

E molto spesso scivolando involontariamente ma inevitabilmente nel comico.

Serie con infinite puntate, praticamente " generazionali ".

Laddove se vi perdete una puntata, poi non ci capite più niente, non riconoscete i personaggi, non li collocate nel loro contesto.

Ammesso che l' abbiano, un contesto minimamente razionale.

 

Sia i nord americani che i colleghi del sud di quel continente, ma anche gli europei, sono stati capaci di descrivere personaggi che neanche su marte o in universo parallelo.

Sempre agli estremi.

Iper cattivi, super buoni ( al limite dell' induzione al diabete ), ed altri extra fessi ma ben intenzionati, in fondo.

 

Dove le vicende sono anche più che contorte, quello che potrebbe ancora provocarmi crisi di ilarità incontrollata e prolungata, è l' espediente della " resurrezione ".

Voglio dire, alle volte dalla narrazione è eliminato ( fisicamente ! ) un personaggio.

Ma gli appassionati seguaci magari non la pensano allo stesso modo degli autori ( ?? ).

E lo rivogliono.

In buona salute ed a fare danni a se stesso ed agli altri, ancora per centinaia di episodi della durata di 25 minuti ciascuno.

L' unica soluzione, è dunque quella di riportarlo in vita.

Già questo rasenta l' impossibile ( nel mondo reale ).

Ma " quelli " ( gli autori ) non solo ci provano, ci riescono pure e con i più assurdi escamotages.

 

La cosa ha comunque una ricaduta positiva, non solo per gli appassionati spettatori.

Voglio dire, anche i cabarettisti, con le loro parodie, devono vivere.

Edited by 1960

Share this post


Link to post
Share on other sites

A mia memoria l'esempio pù eclatante (e forse anche uno dei primi) di "resurrezione" fu quello di Bobby Ewing (il fratello buono di J.R. in Dallas). Morto investito dalla cognata folle di gelosia, per un anno la serie proseguì nel lutto per la sua scomparsa finchè un mattino la moglie al risveglio lo ritrovò vivo e vegeto sotto la doccia e si rese conto che tutto quell'anno era trascorso in realtà nel volgere di una sola notte in un suo brutto sogno. Non so se rendo l'idea...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Esempio eclatante.

 

Riassume e rappresenta molti punti esposti qui sopra.

Produzione neppure low-cost latino americana, ma pretenziosa/costosa U.S.A.

 

Soggetto accoppato da tizia fuori controllo e fuori di testa, in modo violento e praticamente premeditato.

Ma poi, si scopre che tutto quanto è solo un sogno così vivido, ma così vivido.....come neanche Sigmund Freud avrebbe potuto ipotizzare.

.............MA ALLORA, era la moglie che a livello inconscio desiderava intensamente mandare al creatore il consorte !!

 

Tipo molto igienista, comunque.

Lui, per resuscitare, sceglie la doccia di casa sua.

Pensate invece alla confusione che vi pianta uno come Romero, nella sua " Notte dei morti viventi ".

Romero però, lavorava in quantitativi industriali, per le sue resurrezioni moleste.

Anche con Romero, i cabarettisti parodisti sono andati a nozze.

 

E' che poi, ci sono voluti due giorni per far uscire dalla catalessi sua moglie ( altra resurrezione, praticamente ), convinta&persuasa che " il Bobby " fosse trapassato, e che invece entra in bagno se lo ritrova davanti.

Se era debole di cuore, rischiava di restarci.......

Invece se la cava solo con qualche anno di analista.

Edited by 1960

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

.............MA ALLORA, era la moglie che a livello inconscio desiderava intensamente mandare al creatore il consorte !!

Acuta osservazione, non ci avevo mai pensato

Se non sbaglio (ma non ci giurerei) anche la folle cognata, inizialmente data dai notiziari morta sul colpo dopo aver perso in controllo della macchina, successivamente rescuscitò

Share this post


Link to post
Share on other sites

Parliamo dell' inizio degli anni '80, per quel che riguarda questa telenovela anglosassone e di lusso ( !?! ).

Ed onestamente, non si può dire che la seguissi regolarmente.

Ricordo bene la assurda resurrezione, e pensavo proprio ed anche a quella mentre descrivevo " l'effetto ".

Ma non ero al corrente delle conseguenze parallele.

Non sapevo che la cognata omicida fosse finita all' altro mondo lei pure.

Ovviamente, se hanno resuscitato l' uno, qualcosa per coerenza devono aver fatto anche per l' altra.

Be', se è stato tutto un sogno e non è successo niente, la faccenda dovrebbe essere automatica, si riprende da un anno ed alcune decine di puntate prima.

L 'importante, per gli autori, è non cadere in paradossi separando le due linee temporali alternative.

 

Comunque, secondo me, non era proprio intenzione degli autori andare ad indagare nei meccanismi dell' inconscio.

Sono io, che non facendomi gli affari miei, mi inoltro in un campo che forse non conosco proprio molto bene.

Ma avevo letto qualcosa sull' analisi freudiana dei sogni, la faccenda dell' inconscio represso che affiora etc.etc.

E quindi, se questa qui sogna in modo così intenso che il consorte ha fatto una brutta fine, magari lo fa perchè vuole esprimere un desiderio inconfessabile coscientemente anche a se stessa.........

 

........va be', lasciamo perdere.

E' solamente che gli autori ed i produttori ci tenevano a conservarsi una buona fonte di reddito.

Meglio, così.

Edited by 1960

Share this post


Link to post
Share on other sites

Altro esempio di morti risorti (a ripetizione) credo sia "Beautiful" (non lo seguo ma ho letto che mogli muoiono e ricompaiono a piacere sotto il ganassone di Ridge)

 

Visto che il carattere abitualmente usato non è praticabile mi sbizzarrisco (gangarone infantile).Il mio colore preferito è l'arancione,ho 56 anni e mi diverto così.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eheheh......

...........a giocare con le matite colorate alla mia verde ( ahahah ) età, ho cominciato io, qui.

Per non parlar delle " faccine ". B):)

Ma quelle le usiamo da parecchio tempo, già.

Comunque sia, visto che qualcuno ci ha lavorato sopra ed ha perso il suo tempo per dotarci di queste nuove funzioni, mi sembrerebbe irriconoscente non utilizzarle.

 

Per quel che riguarda le risurrezioni, parlavo più su anche della scuola di Romero.

Con il suo " La notte dei morti viventi ".

Quel film, di fine anni '60, con il suo bianco e nero è poi diventato un classico.

Ha generato un genere ( bisticcio di parole ?? ).

Dai B movie alla Lamberto Bava, con protesi in gomma piuma e salsa di pomodoro, alle qualche volta simpatiche parodie.

Come " La notte dei morti dementi " britannico credo, all' italiano " Mortacci ".

In " Mortacci " possiamo vedere il singolare guardiano di cimitero Vittorio Gassman, ed anche Mariangela Melato.

Ma quelli di " Mortacci " sono fantasmi, non zombi.

Edited by 1960

Share this post


Link to post
Share on other sites

mah, io delle telenovelas ho seguito solo la prima arrivata in Italia (Dancing Days con Sonia Braga) e devo dire che era un serie lunghissima (interminabile) ma con una storia che aveva un capo ed una coda, oltre che un senso, e personaggi tratteggiati in maniera sufficientemente intelligente (a dirrerenza delle soap operas americane tipo Beautiful o Sentieri, in cui la storia veniva ritagliata sulle esigenze del pubblico e delgi attori e alla fine diveniva grottesca, falsariga su cui si muovono le attuali italiane tipo Un Posto al Sole).

Immagino (più che altro dalle parodie che vedevo fare dal trio Solenghi-Lopez-Marchesini) che poi il genere sia degnerato (e mi si perdone quesot ulteriore bisticcio di parole)

Siiiiiiiii anch'io ho seguito Dancin'days e mi piaceva un sacco! Guai a perderne una puntata... Sarà che era una novità,sarà che era credibile come storia (ti poneva dei filoni narrativi e li esauriva,senza creare storie surreali o resurrezioni et affini),sarà che eravamo tutti all'epoca televisivamente più ingenui,insomma,la saga mi acchiappò decisamente. Vista tuuta e commentata in famiglia fino all'ultima puntata!! Non ho mai seguito Beautiful,che mi sembra quasi caricaturale,con personaggi insopportabili,al limite dello stereotipo. Invece,lo confesso :unsure: , ho seguito per qualche anno la nord americana Febbre d'Amore. A mia discolpa,sottolineo che la struttura della storia era più simile a dancin'days che a beautiful,realistica . Quando poi con gli anni gli sceneggiatori (evidentemente ormai a corto di idee) hanno cominciato a ricorrere ad espedienti grotteschi,l'ho abbandonata senza rimpianti. Non so neppure se ancora venga trasmessa negli Stati Uniti ,o se anche li' si sia esaurita.

Attualmente sono una divoratrice di serie tv (Lost indimenticato !! :wub: ),perlopiù americane ,che secondo me sono in questo momento storico la miglior produzione che c'è nel mercato televisivo . Qualcuno di voi conosce e segue per caso Downton Abbey,Trono di Spade,Heroes,Revolution? e potrei continuare ....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×