Jump to content
Sign in to follow this  
Bruno Cortona

Al Mare...con Google Maps

Recommended Posts

Manco da Miramare di Rimini dal 1987 .Ci arrivai ad un anno di vita,trent'anni prima...mica bruscolini.

OK : mi piazzo sul Lungomare Spadazzi e arrivo al mio bagno,il 133.Incredibile,tutto uguale al 1987 (ma anche al 1957!).Mi giro,ecco l'Hotel Touring dove andava tidi (chissà quante volte ci saremo incrociati),che da ragazzino spiantato mi sembrava il Savoy...imbocco Viale Tirrenia (era ed è in realtà una stradina strettissima).La mia pensioncina è stata trasformata nell'Hotel Marina Bay,ma la struttura di base è quella del 1957.Giro un po' nei paraggi.Spengo il computer e rieccomi qua.

1957post-1083-0-37528300-1469644282_thumb.jpg

2016post-1083-0-72872000-1469644298_thumb.jpg

Edited by Pflip

Share this post


Link to post
Share on other sites
1960    0

Vedo che non solamente io, uso google maps come macchina del tempo.

 

Io ci sono tornato negli anni '60.

E dove ( quando ? ), se no ?

Un giorno, dopo quarant' anni ed anche più, sono " tornato " alla villetta dove avevo abitato a Sabaudia.

Durante uno di quei periodi che ricordiamo oggi lunghi come una vita, ma che vissuti oggi ci sembrano quasi pochi giorni ( Albert ha ragione, il tempo è relativo e dipende dall' osservatore. Ho le prove ).

Per tre anni sono stato nella Sabaudia che, ho scoperto qui, anche il disperso Michele San Pietro ha bazzicato.

 

Maledizione.

 

Non si dovrebbe mai giocare con il passato ( Anche il Dottor Emmett Brown " Doc " ha ragione. ).

Non che io stia cominciando a dissolvermi, sulle foto che mi ritraggono.

Il fatto è, che la ricordavo come l' avevo lasciata quel giorno di dicembre del '68, la mia villetta.

E non mi riferisco solamente al fatto che nel piccolo giardino non c' è più traccia della mia mimosa, ma il giardino stesso è incolto ed ha preso il sopravvento.

Roba da ambiente urbano post apocalittico.

Anche la muratura della costruzione non è proprio come la ricordavo.

Poi, ho visto il piccolo cartello giallo fissato al cancello rugginoso.

Ed ho zummato.

 

" Edificio pericolante. Vietato l' accesso ".

Edited by 1960

Share this post


Link to post
Share on other sites
1960    0

Che ci vuoi fare.

Già da tempo sospettavo di essere titolare di un passato disastrato, pericolante, e diroccato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vedo che abbiamo più o meno tutti le stesse idee. Come voi, anche io utilizzo sovente Google Street per rivedere luoghi dove sono stato in vacanza o magari luoghi legati a-o che mi ricordano altre cose della mia vita. Nel senso di 1960, però, non posso farlo: la casa dove abitavo prima ce l'ho ancora adesso sott'occhio, a un tiro di pietra da dove mi trovo ora. Fu un trasloco senza... trasloco il nostro. In un certo senso (ma badate bene, unicamente in UN certo senso) indolore.

Piuttosto, come detto, se mai esistesse un Google Street-macchina del tempo in senso stretto, allora sì che girovagherei, sempre negli stessi luoghi (ma non solo) dove ho abitato da sempre. Mi piacerebbe poter vedere, anche se posso immaginarlo, questi stessi luoghi com'erano un tempo. Quando i miei nonni e mio padre giunsero qui, emigrati da altra zona, da altro paese: la nostra vecchia casetta completamente immersa nel verde. Senza (quasi) altre costruzioni intorno. Altro che adesso...

Share this post


Link to post
Share on other sites
1960    0

Già.

Rimane il fatto che bene ( ? ) o male un mezzo secolo è trascorso.

A parte la trasformazione in rudere ( Incuria di quelli che sono venuti poi ? Perchè così è stato ? ), molti altri cambiamenti sono intervenuti tutto attorno.

E' sempre così.

Edited by 1960

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×