Jump to content

Recommended Posts

Non lo metto in dubbio; però io sono un po' fatto così, per questo genere di discorsi. Parlando di film invece mi piacciono i vari della saga di 007, pur avendo cambiato negli anni gli attori che impersonavano sullo schermo la famosa spia . Tuttavia in questo caso le condizioni sono un po' diverse: non si è mai fatto un "remake" di un vecchio film della serie, non si è mai preteso di farlo giustamente. Ed è proprio per questo che l'aspetto della faccenda cambia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1960    0
On 26/8/2017 at 9:04 AM, Bruno Cortona said:

.............. (sto meglio) ..................

Sono contento di leggerlo.

E parlo sul serio.

 

Il problema dei remake è sempre il solito.

Il confronto, l' aspettativa.

Vale anche per un seguito, per un secondo episodio.

Magari con gli stessi interpreti del primo film.

L' effetto può essere ancora più intenso, se molto tempo è trascorso dall' opera prima.

Vero è, che quando una produzione si imbarca nell' impresa di ripetere o rinverdire un grande film del passato, dopo alcuni decenni magari, le aspettative di un nuovo successo sono legate ad una altrettanto nuova generazione di spettatori che nel frattempo è venuta.

Quelli che hanno qualche dubbio siamo noi.

Anche io spererei che nessuno possa imbarcarsi nel remake di Lawrence d'Arabia, mentre resto davvero stupito nell' apprendere qui, che qualcuno ci ha davvero provato con Ben Hur.

Non è scontato, comunque , l' esito negativo.

Alle volte assistiamo dubbiosi alla nuova versione.

Per decidere poi, dopo, che tutto sommato non è tanto male.

Conta anche molto il peso personale degli' interpreti del film originale.

E' vero, Il Grinta è John Wayne mentre Ben Hur può essere solo Charlton Heston.

Raramente, sono esistiti film che ad episodi ci sono nati, fino dall' inizio sono stati pensati per avere più di un seguito.

Guerre stellari, per fare un esempio quasi ovvio.

Oppure ritorno al futuro, dove il secondo ed il terzo episodio sono stati prodotti quasi in contemporanea, anche se poi distribuiti in tempi diversi.

Ci sono stati anche, i curiosi esperimenti.

Come quella strana versione di Psyco, prodotta decenni dopo l' originale ma seguendone fedelmente - ed intenzionalmente- la sceneggiatura.

Permettetemi infine, di considerare fra i possibili seguiti riusciti, anche " Audace colpo dei soliti ignoti " di Nanni Loy.

Séguito di " I soliti ignoti " uscito solamente un anno prima, e diretto invece da Monicelli.

Ma forse, erano quelli " Altri Tempi ", sono d' accordo con voi.

 

 

 

 

 

CarloPisacane.jpg

Edited by 1960

Share this post


Link to post
Share on other sites
1960    0

Ah.

Anche Magnifici sette?

L'industria del remake, non conosce davvero crisi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1960    0

L' uscita del nuovo Blade Runner deve essere prossima.

Ho visto oggi per la prima volta, il promo in televisione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1960    0

Da manuale.

In televisione si comincia ad annunciare il prosimo passaggio del film originale, quello del 1981.

Con un paio di settimane di anticipo, sarà trasmesso ( strategicamente ), un venerdì sera.

Il 29 di questo mese su una rete fininvest.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1960    0

Infatti, anche io non sono più così legato agli orari ed ai passaggi televisivi.

Segno dei tempi.

Un film, ma anche una trasmissione d' altro tipo.

Te la puoi ripescare in rete quasi sempre ( es. www.raireplay.it ), e quando sei dell' umore giusto.

Blade Runner poi, lo puoi anche selezionare nelle sue tre versioni ( sono solo tre, vero ?? ), con i dvd.

Potrei persino sbilanciarmi  ed arrivare a dichiarare la mia preferenza per la versione montata dal regista, anni dopo la prima uscita, una volta svincolato dal contratto con la produzione.

Senza la voce narrante fuori campo.

E senza il lieto fine ad uso e consumo del pubblico americano, che al " E vissero tutti felici e contenti " ci tiene.

Il finale, dove la replicante Rachel ha una sua data di scadenza entro i canonici quattro anni, come qualsiasi altro replicante suo simile.

blade-runner-the-final-cu-009.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
1960    0

Sono passato ed ho dato una rapida occhiata.

Si è trattato della primissima versione.

Con voce fuori campo incorporata e Rachel senza data di scadenza..........

Share this post


Link to post
Share on other sites

Curioso come invecchiando ...

-La saga di Star Wars mi pare una bambinata.Non guarderò su Sky un nuovo film (sequel?Prequel?Spin off?...che termini orrendi) in cui i ribelli rubano i piani della Morte Nera

Harrison Ford spesso fa delle facce ridicole (specie da vecchio)

Immortali per me in ordine casuale : Belushi,John Wayne,Mitchum,il sorpasso,Blade Runner (il primo),Sordigassmantognazzimanfredimastroianni,Io la conoscevo bene.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Della saga di Guerre Stellari ricordo con nostalgia i primi tre film, quelli "classici". Dico con nostalgia ovviamente perché legati ad un'altra mia età.
Avevo ancora visto al cinema Star Wars - Episodio I - La minaccia fantasma, quando uscì nel 1999. Dopodiché buio completo.
In effetti non interessa più neppure a me. Rivedo con maggior piacere, volendo fare un esempio in tema fantascientifico "leggero", film come Incontri ravvicinati del terzo tipo, piuttosto che gli ultimissimi di Guerre Stellari. Concordo, sarà l'età...

Share this post


Link to post
Share on other sites
1960    0

E' uscito oggi, il nuovo Blade runner.

Comincio ad avere qualche idea in più, su questo film.

Diverso, è inevitabile.

Forse, riportato in superficie il sospetto che anche Dekard/Ford è un replicante ?

Vedremo.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×