Jump to content

1960

Members
  • Content Count

    8,148
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0 Neutral

About 1960

  • Rank
    V.I.P. Member
  • Birthday 04/19/1960

Contact Methods

  • Website URL
    http://

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    L'isola che non c'è

Recent Profile Visitors

3,631 profile views
  1. 1960

    2001

    https://www.tgcom24.mediaset.it/mondo/usa-scoperto-nel-deserto-dello-utah-un-misterioso-monolite-di-metallo_25803416-202002a.shtml
  2. 1960

    CINEMA E LETTERATURA GOTICA

    Ed una volta tanto, anch' io mi ricordo bene canzone e video. A quel tempo, circolò parecchio sulle tv.
  3. 1960

    CINEMA E LETTERATURA GOTICA

    Be' sai, in realtà è solo il link. Il film resta su youtube, non è qui. E' solo una pagina che compare in un' altra pagina, la memoria di questa piattaforma non viene toccata.
  4. 1960

    GIOCHETTO (EX GIOCASSO)

    Sempre tuo regolare lettore. Ma in questo caso sai già, non posso sggiungere moilto altro. Anzi, praticamente, non sono in grado di aggiungere nulla, proprio. Ho molti limiti.........................eh.
  5. 1960

    I COVIDIOTI

    "Lo spostamento giornaliero di 9 milioni di persone dopo la riapertura delle scuole ha fatto impennare il contagio. Sicuri in classe, a rischio negli spostamenti. L’epidemia si diffonde per cluster e viaggia sulle gambe dei superdiffusori" " Uno dei luoghi più sicuri del pianeta è la vetta dell'Everest: non ci è mai morto nessuno. Però una persona su dieci tra quelle che tentano di arrivarci… muore. Spesso dopo averla raggiunta. Questo paradosso spiega in modo chiarissimo che cosa è successo con la riapertura delle scuole: le classi sono uno dei posti più sicuri dove tenere i nostri ragazzi, eppure il contagio si è impennato dopo la ripresa delle lezioni " Da Il sole 24 ore, 29 ottobre 2020.
  6. 1960

    IL GIOCONDO

    Ricordo comune. Credo diretto, ma dovrei verificare le date in rete. Capitave spesso, nei programmi di varietà della televisione italiana di quel periodo, di vedere la star americana di turno.
  7. 1960

    CINEMA E LETTERATURA GOTICA

    Mi hai creato una certa curiosità, parlando di Camillo Mastrocinque che dirige dei gotici. Vero è che i suoi moti film spazziano fra altrettanti generi. Tanti con il Principe de Curtis, in arte Totò. Quindi sono andato a scorrere la sua filmografia. Ho trovato " La cripta e l' incubo " e " Un angelo per Satana ", non credo di averli visti, forse qualche pezzo in tv. Vedo che sono di uno stesso periodo, di metà anni '60. Quasi a voler sperimentare il genere.
  8. 1960

    I COVIDIOTI

    Sto vivendo questo, come un periodo particolare e generalizzato. Da non ignorare, ma che so finirà. Si tratta di arrivare dalll' altra parte, abbastanza..............tutto intero. E non mi riferisco solo agli aspetti sanitari. A quelli, sono meno esposto di altre persone. Non mi creo false scadenze rassicuranti ed ovviamente a breve termine, la prima chiusura di marzo prevedeva un periodo di quindici giorni, già allora vedevo parecchi autoconvincersi -irrazionalmente- che dopo due settimane sarebbe tutto finito. Era evidente che non sarebbe stato così. Forse la Sindrome della Capanna l' ho già sperimentata, in occasione di altri disastri del tutto personali, quella volta. E forse, quegli eventi mi hanno preparato. Sono abbastanza sicuro di aver potuto prendere questi nuovi accadimenti, meglio di altri. Si vede che anche la Sindrome della Capanna crea i suoi anticorpi.
  9. 1960

    I COVIDIOTI

    Qualche volta il cassonetto deborda di suo....................hai voglia a fare il giro lungo per evitarlo.
  10. 1960

    31-12-1970

    Almeno ogni tanto, una storia di " guarigione ", ravvedimento e lieto fine!
  11. 1960

    I COVIDIOTI

    Quindi l' epidemia non si sarebbe dovuta propagare. Ogni meccanismo ha le sue specifiiche di funzionamento. Qualche volta, si rende necessario un incremento delle caratteristiche di sistema. Io continuo ad aspettare l' ago della siringa.
  12. 1960

    I COVIDIOTI

    Se non interpreto male, confermi le mie personali supposizioni. Mettere insieme troppe persone, anche se nella parte più bassa della statistica sui contagi, è pericoloso. Forse un bambino di dieci anni ha una minore probabilità di manifestare sintomi, ma va a scuola con l' autobus, poi torna a casa dove vive con altre persone. Siamo allo stesso punto. Limitare l' attività scolastica crea problemi, ma c' è in corso un' epidemia. Se viene ignorato questo ultimo dato, le conseguenze saranno peggiori. Non è ragionevole ignorarlo. Bisogna limitare i danni.
  13. 1960

    I COVIDIOTI

    Ah, se volete divertirvi..................................... http://www.addletters.com/bart-simpson-generator.htm
  14. 1960

    I COVIDIOTI

    Credo che la situazione sia complessa, potrebbero esserci aspetti multipli. Mi chiedo se molti di questi non siano solamente affetti da profonda, abissale ignoranza a largo spettro. " Solamente " si fa per dire. Un essere umano che non sia minimamente coltivato, è qualcosa di rischioso. Altri sono decisamente malati mentali. Non ho dubbi. Il direttore di radio maria che invoca la vendetta divina ( ed il Trump come esecutore del divino disegno ) è un buon esempio. Credo non sia necessario argomentare molto, per dimostrare il fenomeno del fanatismo religioso. Che, è qualcosa che va su tutto, in ogni stagione. Poi abbiamo l' interazione fra le varie cause. E con un fanatico analfabeta di andata e ritorno malato di mente, è inutile tentare di ragionare.
  15. 1960

    I COVIDIOTI

    Quoto me stesso. Questa vignetta l' ho messa qui perchè credo che illustri, sia pure attraverso il paradosso, una motivazione oggettiva di un fenomeno già esistente e fatto emergere dall' epidemia. Di sicuro, non voglio sostenere che bisognerebbe continuare ad ammassare persone nell' ambiente chiuso di un' aula scolastica. Non conosco nel dettaglio i termini pratici del problema, e quindi non posso proporre nessuna soluzione al problema. Lo fanno già molti, troppi esperti da bar di questi tempi, ed io non vorrei mai interferire con il loro....................... pregiato sforzo intellettuale. Posso solamente porre qualche interrogativo, più che altro a me stesso. Dovrei capire quale incremento alla diffusione del contagio, viene/verrebbe dalla riapertura indiscriminata delle scuole. Istintivamente sarei portato a supporre, che non si tratti/tratterebbe di una buona idea. Ugualmente, mi rendo conto che l' andamento scolastico irregolare di questo periodo, lascerà il suo segno. Però mi sembra anche innegabile che il periodo che stiamo attraversando, ha le sue contingenze. Credo sia necessario fare delle scelte razionali, credo che sia necessario limitare i danni.
×