Jump to content

1960

Members
  • Content Count

    8,148
  • Joined

  • Last visited

Posts posted by 1960


  1. 9 minutes ago, Bruno Cortona said:

    Mettere un film intero ( "Metropolis" ) in un forum mi pare troppo . Parere personale .

    Nel 1984 Giorgio Moroder fece una nuova colonna sonora del film di Fritz Lang . Freddie Mercury canta "Love Kills"  .Una volta tanto la canzone mi piace come pure  il video , che  è  in pratica una summa del film. 

     

    Ed una volta tanto, anch' io mi ricordo bene canzone e video.

    A quel tempo, circolò parecchio sulle tv.


  2. Sempre tuo regolare lettore.

    Ma in questo caso sai già, non posso sggiungere moilto altro.

    Anzi, praticamente, non sono in grado di aggiungere nulla, proprio.

    Ho molti limiti.........................eh.

     


  3. 9 hours ago, Bruno Cortona said:

    I dati di fatto :

    1) Dopo la riapertura delle scuole c'è stata un'impennata dei contagi ( più o meno dal 5 ottobre)

    2) Le scuole non sono un moltiplicatore delle infezioni

    3) Le scuole non sono più sicure del resto della comunità

    Sicuramente la "colpa" non è della scuola in sè, ma delle carenze dei trasporti e della inevitabile tendenza all'aggregazione dei giovani.La mia impressione è che se la scuola riapre del tutto ricomincia la danza .

    Non lo dice un vecchio scemo (io) lo dicono  il Prof.Sebastiani (Matematico) la Prof.sa Viola (Infettivologa) e il Prof.Bucci (Biologo).Sempre che io abbia capito bene . Il grafico del Prof.Sebastiani non lascia dubbi,la Prof.sa Viola con le sue conclusioni che ho messo  ai punti 2 e 3 ( come il Prof.Lacatelli,mi pare) è per la totale riapertura con mascherina per tutto il tempo . Nella mia ignoranza ho dei dubbi. A meno di eseguire test  antigenici a rapida cadenza , allora mi sta bene.

    Qui sotto si legge il perchè i negazionisti  siano malati di mente . E ho capito cos'è la "sindrome della capanna".

    https://www.huffingtonpost.it/entry/soffrono-e-muoiono-per-il-covid-ma-dicono-che-non-esiste-il-negazionismo-arriva-in-corsia_it_5fb530c1c5b6f00bd84c6312

     

    "Lo spostamento giornaliero di 9 milioni di persone dopo la riapertura delle scuole ha fatto impennare il contagio. Sicuri in classe, a rischio negli spostamenti. L’epidemia si diffonde per cluster e viaggia sulle gambe dei superdiffusori"

    " Uno dei luoghi più sicuri del pianeta è la vetta dell'Everest: non ci è mai morto nessuno. Però una persona su dieci tra quelle che tentano di arrivarci… muore. Spesso dopo averla raggiunta. Questo paradosso spiega in modo chiarissimo che cosa è successo con la riapertura delle scuole: le classi sono uno dei posti più sicuri dove tenere i nostri ragazzi, eppure il contagio si è impennato dopo la ripresa delle lezioni "

    Da Il sole 24 ore, 29 ottobre 2020.


  4. Mi hai creato una certa curiosità, parlando di Camillo Mastrocinque che dirige dei gotici.

    Vero è che i suoi moti film spazziano fra altrettanti generi.

    Tanti con il Principe de Curtis, in arte Totò.

    Quindi sono andato a scorrere la sua filmografia.

    Ho trovato " La cripta e l' incubo " e " Un angelo per Satana ", non credo di averli visti, forse qualche pezzo in tv.

    Vedo che sono di uno stesso periodo, di metà anni '60.

    Quasi a voler sperimentare il genere.

     


  5. Sto vivendo questo, come un periodo particolare e generalizzato.

    Da non ignorare, ma che so finirà.

    Si tratta di arrivare dalll' altra parte, abbastanza..............tutto intero.

    E non mi riferisco solo agli aspetti sanitari.

    A quelli, sono meno esposto di altre persone.

     

    Non mi creo false scadenze rassicuranti ed ovviamente a breve termine, la prima chiusura di marzo prevedeva un periodo di quindici giorni, già allora vedevo parecchi autoconvincersi -irrazionalmente- che dopo due settimane sarebbe tutto finito.

    Era evidente che non sarebbe stato così.

    Forse la Sindrome della Capanna l' ho già sperimentata, in occasione di altri disastri del tutto personali, quella volta.

    E forse, quegli  eventi mi hanno preparato.

    Sono abbastanza sicuro di aver potuto prendere questi nuovi accadimenti, meglio di altri.

    Si vede che anche la Sindrome della Capanna crea i suoi anticorpi.

     


  6. 4 hours ago, Bruno Cortona said:

    Sono malati di mente .

    E' l'ultima volta che vado a rovistare in queste pattumiere .

    Qualche volta il cassonetto deborda di suo....................hai voglia a fare il giro lungo per evitarlo.


  7. 1 hour ago, Bruno Cortona said:

    ...........................

    Però so che ha smesso la tonaca , si è laureato,si è sposato,ha dei figli.

    Per forza : era beat ,mica bigotto.

     

    Almeno ogni tanto, una storia di " guarigione ", ravvedimento e lieto fine!


  8. 4 hours ago, gimmy said:

    Noto nel mare di scempiaggini: "abbiamo tutti un vaccino si chiama sistema immunitario".

    Un po' come dire abbiamo tutti un pace-maker si chiama cuore 

    Quindi l' epidemia non si sarebbe dovuta propagare.

     

    Ogni meccanismo ha le sue specifiiche di funzionamento.

    Qualche volta, si rende necessario un incremento delle caratteristiche di sistema.

     

    Io continuo ad aspettare l' ago della siringa.

     


  9. 3 minutes ago, Bruno Cortona said:

    .......................................................................

    Sicuramente la "colpa" non è della scuola in sè, ma delle carenze dei trasporti e della inevitabile tendenza all'aggregazione dei giovani.La mia impressione è che se la scuola riapre del tutto ricomincia la danza .

    ........................................................................

    Se non interpreto male, confermi le mie personali supposizioni.

    Mettere insieme troppe persone, anche se nella parte più bassa della statistica sui contagi, è pericoloso.

    Forse un bambino di dieci anni ha una minore probabilità di manifestare sintomi, ma va a scuola con l' autobus, poi torna a casa dove vive con altre persone.

    Siamo allo stesso punto.

    Limitare l' attività scolastica crea problemi, ma c' è in corso un' epidemia.

    Se viene ignorato questo ultimo dato, le conseguenze saranno peggiori.

    Non è ragionevole ignorarlo.

    Bisogna limitare i danni.


  10. On 11/14/2020 at 9:48 AM, Bruno Cortona said:

    Come ha giustamednte ribadito in TV il Filosofo Umberto Galimberti il negazionismo ( e quindi la covidiozia) è una forma di pazzia .

    Non si può ragionare con un covidiota ,che fra l'altro penserà che  il covidiota sei tu  .

    ......................................................

    Credo che la situazione sia complessa, potrebbero esserci aspetti multipli.

    Mi chiedo se molti di questi non siano solamente affetti da profonda, abissale ignoranza a largo spettro.

    " Solamente " si fa per dire.

    Un essere umano che non sia minimamente coltivato, è qualcosa di rischioso.

     

    Altri sono decisamente malati mentali.

    Non ho dubbi.

    Il direttore di radio maria che invoca la vendetta divina ( ed il Trump come esecutore del divino disegno ) è un buon esempio.

    Credo non sia necessario argomentare molto, per dimostrare il fenomeno del fanatismo religioso.

    Che, è qualcosa che va su tutto, in ogni stagione.

    Poi abbiamo l' interazione fra le varie cause.

    E con un fanatico analfabeta di andata e ritorno malato di mente, è inutile tentare di ragionare.

     

    bart-simpson-generator.gif


  11. On 11/15/2020 at 4:57 PM, 1960 said:

    c0vidiot1.jpg

    Quoto me stesso.

    Questa vignetta l' ho messa qui perchè credo che illustri, sia pure attraverso il paradosso, una motivazione oggettiva di un fenomeno già esistente e fatto emergere dall' epidemia.

    Di sicuro, non voglio sostenere che bisognerebbe continuare ad ammassare persone nell' ambiente chiuso di un' aula scolastica.

    Non conosco nel dettaglio i termini pratici del problema, e quindi non posso proporre nessuna soluzione al problema.

    Lo fanno già molti, troppi esperti da bar di questi tempi, ed io non vorrei mai interferire con il loro....................... pregiato sforzo intellettuale.

    Posso solamente porre qualche interrogativo, più che altro a me stesso.

    Dovrei capire quale incremento alla diffusione del contagio, viene/verrebbe dalla riapertura indiscriminata delle scuole.

    Istintivamente sarei portato a supporre, che non si tratti/tratterebbe di una buona idea.

    Ugualmente, mi rendo conto che l' andamento scolastico irregolare di questo periodo, lascerà il suo segno.

    Però mi sembra anche innegabile che il periodo che stiamo attraversando, ha le sue contingenze.

    Credo sia necessario fare delle scelte razionali, credo che sia necessario limitare i danni.


  12. Di sicuro io non faccio molto conto per gli Under 21 a marzo 2021.

    Posso ipotizzare, anche, che continuare a stabilire date improbabili e passibili di continua modifica, è più che altro una terapia psicologica di massa.

    La promessa di un ritorno alla normalità.

    Sapete, sono curiosissimo di vederla dipanarsi in tempo reale, la normalità che verrà dopo.

     


  13. 6 hours ago, Bruno Cortona said:

    ..........................................

    Ho visto un pezzo di Italia-Scozia di rugby allo stadio di Firenze vuoto : in occasione delle azioni  di attacco delle due squadre gli altoparlanti trasmettevano clamori di un pubblico fantasma.

    L'UEFA ha confermato la seconda fase del Campionato Europeo Under 21 di calcio : dal  24 al 31 marzo 2021 in Slovenia e Ungheria.

    Mah.

     

    Segni dei tempi.

    Non si può negare che al mondo è capitato un bel casino.

    A qualche stranezza ci doveva pure capitare di assistere, fra altre conseguenze.

    Anche in questo caso, mi chiedo se il pubblico fantasma non sortisca comunque un piccolo risultato positivo.

    P.S.

    Si, sognare.

    Alle volte aiuta.

    In attesa dei tempi migliori.


  14. Credo sia evidente cosa penso io.

    Non mi aspetto che vedremo le Olimpiadi la prossima estate.

    Non mi pronuncio in maniera categorica sulla cancellazione completa delle Olimpiadi di Tokio.

    E' già successo una volta, le Olimpiadi di Tokio del 1940, non ci furono mai.

    Come le Olimpiadi di Berlino del 1916.

    Forse, in un 2022 con il mondo che si lecca le ferite, e che litiga un po', perchè " dopo " ci sarà anche qualche litigio, qui da noi di sicuro gli sciacalli sbucheranno dalle loro tane, ma non solamente da noi, la celebrazione dei giochi potrà avere la sua valenza.

    Un segno di ripresa, che potrà forse avere la sua importanza.

     


  15. Stiamo parlando davvero, della nostra Memoria Bambina.

    Abbiamo immagazzinato quello che poteva colpirci quando avevamo pochi anni.

    Succedeva abbastanza, con le sigle.

    Le si vedeva più di una volta, le scene erano enfatiche, e poi, c' era la musica a fissare il ricordo.

    Dei "Banditi del Re" non posso ricordare nessuna trama nel dettaglio, bisogna considerare che non lo conoscevo ancora il contesto storico.

    Potevo capire che c' erano i buoni ed i cattivi.

    Uno schema classico di base, senza molte sfumature, di solito.

    Un ricordo è rimasto indelebile, continuavo a non capire come potessero i buoni non perdersi la maschera, che restava fermata solamente dal cappello.

    Con tutte le acrobazie che facevano, avrebbero dovuto perdersi maschera, ed anche cappello.

     


  16. Anche per il calcio come per la musica di un certo periodo, le mie competenze sono inesistenti.

    Io, avevo giocato un poco a pallacanestro, un po' a rugby.

    Qualche volta, applicando in entrambi i casi le regole del rugby.

    Questo a qualcuno non piceva molto, e quindi poi mi rendeva il favore.

    Ma questa è davvero un' altra storia, addirittura da un' altra vita, anche da due o tre altre vite.

     

    Però, attira almeno un poco la mia attenzione, la storia del Giocatore di calcio virtuoso ma irrealizzato.

    Non so chi sia stato.

     

    Vale anche per questo caso, come per tanti altri.

    " La vita è quella cosa, che ti capita mentre sei occupato in altri progetti ".

    Sospetto che sia così.


  17. Mi hai preceduto.

    Ero inciampato pure io nella notizia, anche se faccio di tutto per evitarle fesserie di questo genere, che poi lo so, mi peggiorano la giornata.

    Per ora risolvo la faccenda con un' immagine.

    Quando resti senza parole, un' immagine aiuta.

    Poi magari più tardi qualche parola riesco a recuperarla e l' aggiungo.

    Adesso, sarebbero solo parolacce...........................

     

     

    CAT_1.0.jpg


  18. Questo sondaggio accetta al massimo quattro risposte, più che altro perchè siamo giusto in quattro con diritto di replica.

    E mi ci conto anche io, che lo propongo.

    Non si tratta del tutto di " sport d' altri tempi "

    Anche se, parlando di Olimpiadi, contando anche quelle del periodo classico, andiamo davvero molto indietro nel tempo.

     

    Tokyo 2020.

    In teoria si terranno nel 2021.

    Più che un sondaggio, potrebbe trattarsi di una scommessa che sicuramente gli allibratori britannici non si sono lasciati sfuggire.

    E' noto il luogo comune con qualche fondamento, secondo il quale a Londra puoi scommettere anche sull' improbabile colore del prossimo cappellino della regina, dalla foggia sicuramente ancora più improbabile .

    Restando fra noi, ci scommettereste sulle olimpiadi giapponesi la prossima estate?

    Oppure secondo voi, vedremo Tokio 2020 nel 2022?

×